L’ingresso dei 5 milioni di persone previsto per l’evento Astana Expo 2017 è regolato da un controllo accessi che gestisce il passaggio pedonale dei visitatori e il sistema di parcheggi: la tecnologia italiana Came vola in Kazakistan.

 

Il tornello tripode XVia, sviluppato da Came, ha una testa di lettura intelligente studiata per gestire la grande complessità di dati e di variabili connesse alla lettura di tutti i tipi di titoli d’ingresso, l’elevato numero di periferiche e di visitatori che accederanno nello stesso momento al sito espositivo di Astana.

La piattaforma tecnologia fornisce anche un sistema di gestione automatica dei parcheggi per l’accesso di abbonati, visitatori, operatori e VIP.

La tecnologia viene anche utilizzata nella sala controllo dell’Esposizione per monitorare eventuali alert; in caso di particolari esigenze XVia dispone della funzione di caduta braccio e a emergenza rientrata è possibile riattivare anche da remoto il riarmo automatico.

I 185 dispositivi collegati sono gestiti da un unico server ridondato collegato a tutte le aree attraverso una complessa rete di fibra ottica, un’unica rete di supervisione e monitoraggio in tempo reale che prevede anche un sistema di chiamate voip.

I tornelli hanno anche segnalazioni luminose e sonore che garantiscono sicurezza e facilità di passaggio.

 

 

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn