Schneider Electric parteciperà a ICS Forum, il primo evento dedicato esclusivamente alla cybersecurity industriale che si terrà a Milano il 30 gennaio. L’azienda sarà fra gli sponsor dell’evento ed è parte del comitato tecnico direttivo che ha ideato questa iniziativa.

 

Durante ICS Forum, saranno vari gli appuntamenti per Schneider Electric. Il primo è un workshop che si terrà in due sessioni, previste sia al mattino che al pomeriggio, dedicato alla cybersecurity nell’ambito della sicurezza di processo: Fabio Beda – Senior Technical Sales Consultant, analizzerà passo per passo quali possono essere gli impatti di un attacco cyber sui sistemi di sicurezza di impianto.

Schneider Electric prenderà parte anche alla tavola rotonda che si terrà nel pomeriggio, mettendo a confronto vendor, clienti ed esperti di settore sul tema ”I protagonisti e le tecnologie per un’industria connessa e sicura”; per l’azienda parteciperà Alessandro Galmuzzi,  Industry Services Business Development Manager.

Schneider Electric propone alle aziende del settore industriale, dell’energia e di altri settori EcoStruxure, una piattaforma ad architettura aperta, basata su standard e abilitata dall’Industrial Internet of Things.

Tutte le soluzioni specifiche, i componenti, i software e i servizi che la compongono sono nativamente concepiti in ottica cybersecurity, assicurandone la compliance con le più stringenti direttive di settore.

In aggiunta, i servizi di difesa in profondità di Schneider Electric sono flessibili ed adattabili alle caratteristiche di ogni infrastruttura e impianto anche già esistenti, tanto da consentirne l’applicazione nel rispetto degli standard di riferimento, su sistemi OT ed IT propri e di altri brand oltre che di varie generazioni tecnologiche; questo, insieme alla disponibilità di esperti e consulenti interni dedicati che possono supportare i clienti per ogni aspetto della cybersecurity, è un tratto distintivo sul mercato.

 

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn