L’aumento dei costi dell’energia sta spingendo ingegneri, progettisti e buyers a cercare alternative per rendere i macchinari più efficienti. Per rispondere a queste esigenze, Moog propone l’Attuazione Elettro-Idrostatica EAS, in grado di incrementare la produttività, ridurre i consumi e offrire vantaggi concorrenziali, grazie ad un’installazione semplificata e alla diminuzione delle relative spese. Tra i principali casi applicativi di successo, spicca la collaborazione con SMS Group GmbH in cui si è evidenziata la capacità di operare  “come una vera squadra” per arrivare alla soluzione ottimale.

 

SMS Group Gmbh, leader nella costruzione di macchine per la rullatura di anelli, si è affidato a Moog per lo sviluppo di un nuovo concept di motorizzazione per i suoi macchinari di ultima generazione.

La proposta dell’azienda ha convinto il Gruppo che ha apprezzato l’Attuazione Elettro-Idrostatica EAS per la sua resistenza alle alte forze (>1MN) e ai carichi elevati, oltre che per la sua compattezza e la notevole efficienza, in grado di favorire una diminuzione dei costi delle manutenzioni periodiche e del Total Cost of Ownership (TCO).

L’Attuazione Elettro-Idrostatica EAS Moog è un sistema ibrido che unisce i vantaggi della tecnologia elettroidraulica ed elettromeccanica ed è composto dall’unità Motore-Pompa Elettro-Idrostatica a cui è possibile collegare qualsiasi componente aggiuntivo di cui abbia bisogno il cliente come azionamenti, controllori, collettori o cilindri.

E’ progettata per soddisfare le esigenze di OEM, integratori di sistemi e utilizzatori finali che sempre più ricercano prodotti puliti, energeticamente efficienti e adatti per le alte forze.

Una delle caratteristiche principali risiede nella capacità di garantire l’implementazione di un sistema di trasmissione decentralizzato, eliminando la necessità di centraline idrauliche e tubazioni complesse e riducendo, così, il numero dei componenti ausiliari richiesti a garanzia di un ingombro ridotto degli impianti. Anche in virtù di queste caratteristiche, SMS Group GmbH ha fatto questa scelta vincente.

“Gli ingegneri di SMS Group – spiega Riccardo Prencipe, Account Manager di Moog – hanno analizzato insieme a Moog quali dovessero essere i requisiti per la progettazione di un concept innovativo di motore. Il primo punto emerso è stato eliminare gradualmente il complesso sistema idraulico centralizzato con i suoi numerosi elementi di discontinuità (quali ad es. tubazioni rigide e tubi flessibili). Di cruciale importanza anche la garanzia di un’installazione presso il cliente finale semplice e veloce ed una fase di messa in attività più rapida per la macchina rullatrice. E infine l’eliminazione del sistema idraulico centralizzato, per ridurre in modo significativo il livello di rumore emesso ed ogni possibile rischio in termini di sicurezza per l’ambiente e per i lavoratori”.

 

Al termine dello studio, il Team Moog ha proposto il sistema EAS, che riunisce i componenti elettrici ed idraulici in un unico sistema, includendo il servomotore con controllo servo assistito, la pompa a pistoni radiali a velocità controllata, ottimizzata per il funzionamento nei quattro quadranti, il blocco di controllo e il cilindro idraulico.

Un ottimo lavoro di squadra che ha permesso l’implementazione di un concept di attuazione elettro-idrostatico: un’assoluta novità per il campo della progettazione meccanica.

Moog e SMS Group Gmbh hanno collaborato strettamente sull’integrazione della macchina, sulla sicurezza di funzionamento, sulla sua messa in attività e sull’analisi delle performance.

Il risultato è stato più che soddisfacente: il lavoro congiunto ha fatto sì che la prima macchina del settore per il rullaggio di anelli equipaggiata con unità EAS prendesse servizio nell’autunno dell’anno scorso.

“Uno degli obiettivi chiave era realizzare un sistema semplice e compatto. Per risparmiare spazio – conclude Riccardo Prencipe – i progettisti hanno flangiato l’unità pompa motore direttamente sul collettore contenente tutte le funzioni logiche e di gestione del sovraccarico e che è montato direttamente sul cilindro idraulico. Il servomotore, la pompa, il collettore e il cilindro formano quindi l’unità. In aggiunta, il team di progettazione ha integrato le unità funzionali EAS direttamente sugli assi della macchina. La possibilità di regolare la portata della pompa ha reso più semplice programmare sia movimenti rapidi ad alta velocità che spostamenti di lavoro a bassa velocità e ad alta forza applicata. Infine, un BUS DC connette elettricamente tutti i servomotori.”

Le potenzialità di risparmio energetico sono considerevoli: gli assi modificati su questa macchina per rullatura di anelli utilizzano fino al 40% di energia in meno e il nuovo design della macchina non richiede tubazioni sul macchinario o nel basamento a terra, per cui l’installazione è più facile e rapida.

L’attenzione all’ambiente è un altro elemento determinante: l’olio utilizzato è pari a soli 200 litri, rispetto ai 2.500 utilizzati generalmente nelle grosse unità idrauliche. Questo permette di limitare l’uso delle risorse e, contestualmente, di incrementare la produttività della macchina e rendere più silenzioso il suo funzionamento.

 

 

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn