Altair ha annunciato la nomina di Andrea Maria Benedetto a nuovo Amministratore Delegato di Altair Italia a decorrere dal 1° gennaio 2018. Il nuovo AD punterà tutto sullo sviluppo del mercato italiano.

Andrea approda in Altair dal Gruppo Piaggio di Pontedera (Italia), dove ricopriva la carica di Executive Vice President dello sviluppo dei veicoli a due ruote, ed in questa posizione era responsabile dello sviluppo prodotto globale del Gruppo. Prima di entrare in Piaggio, Andrea Benedetto ha ricoperto varie posizioni strategiche a livello globale in Pininfarina, TOYOTA e FCA.

Andrea vanta al proprio attivo un’esperienza consolidata nello sviluppo e nell’innovazione dei prodotti in settori altamente tecnologici. Dopo la laurea in Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Torino, ha conseguito ulteriori specializzazioni attraverso i programmi Toyota Executive Development presso la Wharton University di Philadelphia negli Stati Uniti e il Mikkabi Toyota Learning Center di Mikkabi in Giappone.

“Andrea è una persona fantastica, sia sotto il profilo professionale che umano. È un manager dello sviluppo prodotto con una profonda conoscenza del settore dei trasporti, una vasta esperienza internazionale e una grande passione per l’innovazione – ha commentato il Pietro Cervellera, Senior Vice President di Altair Engineering per l’area EMEA  È davvero un grande acquisto per Altair. Il know-how e le doti di leadership di Andrea ci aiuteranno a capire e soddisfare meglio i nostri clienti italiani concretizzando la Simulation-driven InnovationTM ”.

“Sono molto fiero di essere a capo di uno dei più importanti gruppi di Altair – ha dichiarato Andrea Maria Benedetto, AD di Altair Italia  “Intravedo un grosso potenziale nell’azienda e nel team italiano e metterò a frutto la mia passione e tutte le competenze acquisite da manager del comparto automotive per accrescere la nostra capacità di comprendere le esigenze e le opportunità della clientela. Assieme vogliamo dare valore aggiunto ai nostri clienti, aiutandoli e sostenendoli nello sviluppo di processi innovativi solidi e preparandoli alle sfide globali che l’industria italiana dovrà affrontare. Sono affascinato dall’imponente portafoglio tecnologico di Altair ed ansioso di mettermi all’opera, per vincere queste sfide insieme ai nostri clienti. Sono certo che consolideremo nel mercato italiano il nostro ruolo di partner da scegliere per fare innovazione”.

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn