Con l’ingresso nell’industria di processo, Beckhoff presenta nuovi prodotti e unisce le tecnologie di automazione di fabbrica e di processo all’interno di TwinCAT, la piattaforma universale di automazione.

 

La semplicità, la modularità e la scalabilità dell’architettura PC-based viene proposta da Beckhoff quale alternativa ai complessi e costosi sistemi di automazione e controllo che i tradizionali fornitori di tecnologie offrono per il mondo del processo.

In questo modo il PC-based control dischiude tutte le sue potenzialità di applicazione in nuovi ambiti, tra cui l’Oil & Gas, il petrolchimico, il chimico, il trattamento acque, l’industria primaria del legno e del tabacco, l’alimentare, il siderurgico, solo per citarne alcuni.

“Nel corso degli anni, sulla spinta delle crescenti esigenze dei clienti e del progresso tecnologico – afferma Benjamin Bruns, Business Management, Process Industry di Beckhoff – i sistemi di automazione industriale e di processo si sono evoluti e avvicinati sempre di più con soluzioni di visualizzazione sempre più ampie, migliorando in termini di efficienza e tempo di ciclo per poter comandare processi soggetti a sempre più elevate dinamiche e, in termini di sicurezza, per poter far fronte ad eventuali arresti di emergenza o incendi.”

Tra i nuovi prodotti spiccano i terminali EtherCAT con interfacce I/O intrinsecamente sicure della serie ELX, insieme ai Control Panel e ai Panel PC della serie CPX, nonché il software di controllo TwinCAT con specifiche interfacce per la tecnologia di processo.

Le nuove soluzioni Beckhoff supportano i principali protocolli di comunicazione impiegati in ambito di processo, garantendo la piena conformità a tutti i più diffusi standard quali HART, NAMUR e FDT/DTM (Field Device Tool/Device Type Manager). Automazione e tecnologia di processo in un unico sistema con il controllo PC-based

I nuovi terminali EtherCAT della serie ELX, con entrate/uscite a sicurezza intrinseca e dal design compatto, consentono la connessione diretta dei dispositivi di campo nelle zone a rischio di esplosione 0, 1 e 2.

Due le versioni: la prima in grado di alloggiare fino a 4 I/O in 12 mm di spessore; la seconda da 24 mm capace di ospitare fino a 8 I/O.

Dotati di certificazioni ATEX e IECEx, i terminali ELX soddisfano tutte le specifiche internazionalmente riconosciute per la protezione contro le esplosioni e possono quindi essere impiegati senza limitazioni applicative praticamente in tutto il mondo.

Progettata per l’impiego in zona classificata 2/22, la famiglia di Control Panel e Panel PC della serie CPX include un’ampia gamma di dispositivi disponibili in svariate configurazioni e opzioni di montaggio nei formati 15 pollici (4:3), 19 pollici (5:4) e 21,5 pollici (16:9).

La famiglia CPX impiega la tecnologia multi-touch capacitiva ed estende al controllo di processo i vantaggi tipici in termini di funzionalità e intuitività, che già gli utenti da anni sfruttano sui più svariati HMI in ambito di automazione.

“Nulla è stato trascurato, anche a livello di design – spiega Bruns. Questi Control Panel e Panel PC abbinano eleganza a grande funzionalità. L’alloggiamento in alluminio garantisce protezione e affidabilità anche negli ambienti più gravosi come, per l’appunto, quelli a elevato rischio di esplosione tipici dell’industria di processo”.

Il software TwinCAT, dedicato allo sviluppo delle applicazioni di controllo e automazione, è stato a tal proposito oggetto di una serie di aggiornamenti ed estensioni.

Con la piattaforma TwinCAT gli sviluppatori dispongono di una piattaforma completa e integrata, mediante la quale è possibile gestire in real-time non solo sequenze PLC e algoritmi scritti in C++ e Matlab/Simulink, ma anche implementare applicazioni di HMI e gestire gli aspetti relativi alla sicurezza.

Grazie al modulo IoT è possibile realizzare applicazioni che si avvalgono dei servizi di comunicazione e messaggistica tipici di questo ambiente, mentre con TwinCAT Analytics è possibile accedere ad avanzate funzionalità di analisi basate su cloud per effettuare manutenzione predittiva ed il monitoraggio dei dispositivi e dei valori d’esercizio che si intende tenere sotto controllo.

Le capacità di comunicazione di TwinCAT sono state ampliate con l’introduzione dei più diffusi protocolli utilizzati in ambito di processo, tra cui HART, NAMUR e FDT/DTM.

“Ebbene – conclude Bruns – se si pensa all’architettura PC-based che per definizione rappresenta la sintesi perfetta del paradigma 4.0 in termini di universalità, flessibilità, scalabilità, modularità e, soprattutto, capacità nativa di interconnessione, i prodotti dedicati al settore del processo rappresentano il tassello finora mancante.”

 

 

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn