Categoria: Machinery

Nuovi regolatori Schneider Electric per un controllo ad alta precisione

I nuovi regolatori EPC2000 sono semplici da integrare e configurare. Sono stati progettati senza batteria, per ridurre i costi di approvvigionamento e manutenzione. La nuova serie di dispositivi – si legge nella nota rilasciata da Schneider – consente ai costruttori di macchine di integrare facilmente un controllo a elevata precisione e la programmazione del setpoint in un sistema PLC utilizzando la comunicazione Ethernet nativa. Si tratta di una soluzione di controllo particolarmente versatile ed economica, caratterizzata da elevata stabilità e precisione di misura e controllo

Camozzi fornisce alla Blue Origin di Jeff Bezos il gigante Mongoose

Ingersoll Machine Tools, azienda statunitense con sede a Rockford, Illinois, e appartenente alla divisione Machine Tools di Camozzi Group – fornirà alla futuristica società aerospazionale Blue Origin di Jeff Bezos, fondatore di Amazon, l’innovativa macchina Mongoose per il posizionamento delle fibre. “Con Mongoose di Ingersoll – si legge nella nota rilasciata dalla multinazionale italiana – il Gruppo Camozzi traccia una nuova rotta nel futuro dell’industria aerospaziale”.

Machinery, nel 2017 l’Italia cresce del 9,6%. Consumo interno a doppia cifra, bene le esportazioni

La produzione italiana di macchine utensili, robot e automazione si è attestata a 6.085 milioni di euro, registrando un aumento del 9,6% rispetto al 2016 (8,7% in termini reali). Il consumo è cresciuto del 15,7% a 4.464 milioni grazie soprattutto all’ottimo andamento delle consegne sul mercato interno cresciute del 17,4%, a 2.700 milioni.
Dopo un 2016 negativo, tornano a crescere le esportazioni attestandosi a 3.385 milioni di euro, il 4,1% in più rispetto all’anno precedente (+ 3,3% in termini reali), assicurando nuovamente all’Italia il terzo posto tra gli esportatori, alle spalle di Germania e Giappone.

Federmacchine, fatturato comparto cresce del 9,7%

Più che positivo il conto economico dell’industria italiana costruttrice di beni strumentali nel corso del 2017. Secondo i dati di consuntivo presentati da Federmacchine il fatturato delle 5.150 imprese appartenenti ai tredici comparti dell’associazione ha raggiunto nell’anno i 46,6 miliardi di euro, mettendo a segno un incremento del 9,7% rispetto all’anno precedente, stabilendo così un nuovo massimo storico equivalente al 2,7% del prodotto interno lordo.

Mecal accelera l’innovazione di macchine e servizi offerti ai clienti con EcoStruxure

La tecnologia di realtà aumentata con EcoStruxure Augmented Operator Advisor e la piattaforma in cloud: elementi chiave per ridurre i fermi macchina e il time to market e ottenere più competitività. Mecal nasce nel 1978 come azienda specializzata nella realizzazione di macchine foratrici e punzonatrici del profilato estruso d’alluminio, destinato al settore finestre e serramenti. Negli anni, grazie all’impegno e alla capacità imprenditoriale del fondatore Ennio Cavezzale e della famiglia Meschini, Mecal ha ampliato la sua attività; oggi il core business dell’impresa è rappresentato dalla produzione di sistemi e macchine a controllo numerico per il taglio di lavorazione di alluminio, pvc, leghe leggere

Pneumax, progettazione collaborativa in ottica Industry 4.0

Pneumax, uno dei principali player internazionali nel settore dei componenti e sistemi per l’automazione ha selezionato Siemens e Telmotor per sviluppare MLGA, il nuovo sistema di posizionamento multi-asse per allineamenti geometrici che offre una soluzione avanzata per un’applicazione particolarmente rilevante nel settore della lastratura. Lo sviluppo del nuovo sistema MLGA è stato reso possibile grazie a un’intensa cooperazione tra le diverse aziende e alla qualità e affidabilità garantita dai componenti realizzati da Pneumax, dai sistemi di motorizzazione Siemens utilizzati per gli attuatori elettrici e dall’esperienza di Telmotor nell’ambito delle forniture elettriche e dell’’automazione industriale.

Pneumax, obiettivo smart factory

Per Pneumax, leader nel mercato dei componenti per l’automazione industriale, diventa strategico adottare un modello di operatività collaborativa dove dimensione progettuale e dimensione produttiva diventano strutture allineate a uno stesso obiettivo: lo sviluppo di componenti abilitanti soluzioni smart. Intervista a Domenico Di Monte, Corporate Brand Manager dell’azienda

Loading