Categoria: Robotica

Produttività, la tecnologia non basta

Siamo nel pieno di una rivoluzione tecnologica. La progressione dell’innovazione ha reso disponibili nuovi fattori abilitanti una rinnovata competitività. Eppure tutto ciò non si è ancora tradotto in un aumento generalizzato della produttività. Gli studi del Fondo Monetario Internazionale evidenziano come negli ultimi dieci anni gli indici di produttività siano peggiorati, un fenomeno che ha interessato e interessa, sia le economie avanzate sia le economie emergenti. E’ una tendenza che ha subito un’accelerazione a partire dal 2008, anno in cui si è innescata la crisi finanziaria globale, ma che comunque si era iniziata ad evidenziare già nel precedente decennio. Un processo che secondo gli analisti è del tutto coerente con le dinamiche che precedono e seguono i fenomeni recessivi più intensi.

Mate, una robotica indossabile

Il recente annuncio di Comau sul prossimo esoscheletro Mate testimonia della progressiva trasformazione del lavoro industriale. Presentato per la prima volta alla fiera Automatica di Monaco di Baviera a fine giugno scorso, Comau descrive Mate come un esoscheletro leggero (3,0 kg) progettato per assistere il movimento di “flessione-estensione” della spalla. Sono tre gli elementi che compongono l’esoscheletro Mate: Interfaccia indumento, ovvero le parti a contatto diretto con il corpo dell’utente. Scatola del generatore di torsione, che memorizza e trasforma la potenziale energia meccanica per creare sette livelli di coppia di assistenza regolabile. Parti meccaniche della catena della spalla che facilitano il libero movimento dell’utente, come i giunti scorrevoli e rotanti.

La logistica diventa il terreno di coltura ideale per la robotica

I robot diventano più intelligenti, agili e flessibili, e acquisiscono ulteriore importanza nella catena di approvvigionamento. Dai veicoli a guida autonoma ai bracci robotici collaborativi, dai droni ai dispositivi esoscheletrici, la robotica sta portando nuovi livelli di efficienza e produttività nei processi logistici. La tecnologia è in continuo miglioramento. I costi sono in calo e la messa in opera dei robot è sempre più facile. Un recente rapporto della società di analisi del mercato Tractica ha rilevato che il numero di robot in utilizzo  a livello globale nei magazzini crescerà di circa quindici volte nei prossimi 4 anni, passando dai 40.000 del 2016 ai 620.000 nel 2021 e moltiplicando per dieci il valore complessivo che da 1,9 miliardi di dollari arriverà a 22,4 miliardi.

Più robot, più mercato, più economia

In termini di vendite in volume per il 2017 IFR dichiara un venduto globale pari a 387mila unità per una crescita rispetto al 2016 dell’ordine del 31%, La crescita maggiore è stata registrata in Cina (+58%) per complessive 138mila unità, mentre Germania e Stati Uniti hanno evidenziato crescite rispettivamente dell’8% e del 6%.

Loading