Le aziende che operano nel settore dell’automazione dei processi di produzione sono costantemente alla ricerca di nuove soluzioni, sempre più personalizzate e flessibili, che consentano di aumentare la produttività e diminuire i costi delle aziende manifatturiere.
FANUC, da più di 60 anni in questo settore, ha continuato a sviluppare prodotti e soluzioni, costruendo un ampio portfolio d’offerta, composto da macchine CNC, robot, robomachines e sistemi laser.


La sfida nel mercato manifatturiero industriale si vince se si riesce ad ottimizzare l’intero processo di produzione. Bisogna operare all’insegna della precisione, della flessibilità e della massima qualità. Un obiettivo ambizioso, anche frutto della cultura aziendale.
In questo ambito, la cultura giapponese rappresenta un sicuro punto di riferimento. Non è certo un caso che la sede principale di FANUC si trovi proprio in Giappone, alle pendici del Monte Fuji. Una vera e propria città dell’automazione, caratterizzata da una notevole capacità produttiva: ogni mese vengono prodotti fino a 30.000 CNC, 250.000 motori asse e mandrino, 5.000 robot e 5.000 robomachines.
Per raggiungere questi numeri vengono impiegati oltre 2.000 robot, che lavorano ininterrottamente, 24 ore su 24. Gli impianti di produzione, nelle fabbriche FANUC, sono tra i più automatizzati al mondo. Cultura, esperienza e risultati, a conferma della predisposizione alla valorizzazione e all’utilizzo di soluzioni per l’automazione dei diversi processi di produzione.

fanuc_marco_ghirardello_big
Marco Ghirardello, General Manager Italia e Vice Presidente Fanuc Europe

Un vantaggio competitivo – esordisce Marco Ghirardello, General Manager Italia e Vice Presidente Fanuc Europe – di cui beneficiano anche i clienti. Visto il know-how, trovare in Fanuc chi comprenda e risolva i problemi da affrontare è relativamente semplice.
La produzione ha luogo esclusivamente nella sede in Giappone, anche se la nostra azienda è presente in tutto il mondo”.

Dal 2014, FANUC Italia include le tre divisioni operative di CNC, Robot e Robomachines, . I settori nei quali opera FANUC sono molteplici: dall’aerospaziale all’automobilistico, dall’alimentare al medicale, dal packaging alla gioielleria.
“Il cuore della macchina utensile – evidenzia Ghirardello – è costituito dal controllo numerico, i CNC FANUC governano le operazioni di lavorazione meccanica con affidabilità, a costi estremamente contenuti e consentono di aumentare la produttività; sono facili da utilizzare e da programmare, grazie alla presenza di un’interfaccia HMI a icone, richiedendo pertanto meno formazione”.
La gamma di robot industriali è tra le più estese al mondo, con oltre 100 modelli, capaci di coprire diverse applicazioni e settori. Il portfolio d’offerta vede la presenza del robot più grande al mondo, con portata fino a 2300kg ,in grado di movimentare con estrema facilità un’intera automobile. . Oltre ai robot di manipolazione, a completare la gamma FANUC anche robot per applicazioni di packaging e pallettizzazione, saldatura, verniciatura, alimentare e camera bianca. “FANUC – continua Ghirardello – offre soluzioni dedicate per la verniciatura, per la saldatura ad arco, per pallettizzazione, o versioni top-mount, per compattare sempre più la linea”.
La proposta tecnologica dell’azienda si completa con le macchine Robodrill, un efficiente centro di fresatura, foratura e maschiatura CNC compatto, robusto e affidabile; Robocut, una macchina per l’elettroerosione a filo, che non solo garantisce incredibile precisione, ma riduce notevolmente i tempi di attrezzaggio; infine Roboshot, la prima macchina per lo stampaggio a iniezione 100% elettrica, che garantisce maggiore pulizia, eccezionale risparmio energetico e migliore ripetibilità del prodotto.

fanuc_robomachines
Macchine Robodrill come  centro di fresatura, foratura –  Robocut macchina per elettroerosione e Roboshot macchina per stampaggio a iniezione elettrica

“I benefici generati dall’utilizzo dei prodotti FANUC sono molteplici – conclude Ghirardello. Ad esempio, un gruppo partner che produce stozzatrici, affilatrici e brocciatrici, grazie all’utilizzo di soluzioni di controllo (modelli Oi Mate-MODEL D e Oi-MODEL D), è in grado di eseguire lavorazioni che richiedono il movimento simultaneo e l’interpolazione di più assi. Il grado di affidabilità, precisione e programmabilità, richiesti dalla complessità delle nuove lavorazioni introdotte, sarebbero stati impossibili da eseguire con i tradizionali controlli elettronici. Un altro esempio è dato dall’esperienza sviluppata nel settore dei prodotti di lusso, (Robodrill) per la fresatura delle casse degli orologi. In questo caso, flessibilità e semplicità di configurazione e di utilizzo, lo rendono particolarmente adatto all’alta produzione. In ultimo, non meno importante, l’automazione in grado di legare tutti i prodotti FANUC garantendo efficienza, continuità produttiva e riduzione dei costi, anche con produzioni molto variabili.”