Il Gruppo BMW sta investendo oltre 10 milioni di euro in un nuovo Campus di produzione additiva con sede a Oberschleissheim; una mossa che concentrerà le competenze di stampa 3D dell’azienda in un’unica sede.

Secondo BMW, gran parte del lavoro svolto presso il Campus di produzione additiva si concentrerà sulla produzione di componenti per la costruzione di prototipi, la produzione in serie e le soluzioni personalizzate.

Il Campus è stato realizzato riqualificando un edificio esistente con una superficie di oltre 6.000 metri quadrati e può ospitare fino a 80 specialisti e oltre 30 sistemi industriali per metalli e plastica. È programmato per andare in produzione a pieno regime all’inizio del 2019.

La produzione additiva è già stata utilizzata per generare componenti per la BMW i8 Roadster. Realizzato in lega di alluminio, l’articolo stampato è più leggero del normale equivalente stampato ad iniezione, ma significativamente più rigido.

La società ha impiegato la produzione additiva nel programma personalizzato MINI Yours, che consente ai clienti di progettare determinati componenti, come  gli indicatori di direzione e le profilature del cruscotto, secondo le proprie specifiche.