Il nuovo thin client Wyse 3040 di Dell è più leggero, più piccolo, più sottile e a basso consumo. Compatibile con gli ambienti dello spazio di lavoro virtuale di Citrix, Microsoft e VMware, fornisce una soluzione economica, sicura, e facile da implementare e gestire.

Gli utenti di oggi richiedono l’accesso a sistemi e strumenti che consentano di innovare, collaborare e condividere le informazioni in un ambiente sicuro. Il thin client Wyse 3040 è una soluzione endpoint conveniente, efficiente e facile da gestire, che consente ai responsabili IT di mantenere bassi i costi, supportando la produttività individuale e il multitasking leggero.

È ideale per i clienti in una vasta gamma di settori (es. vendita al dettaglio, finanza, sanità, istruzione).

Con una nuova forma sottile e un peso di soli 0.24kg, il Wyse 3040 è il primo thin client equipaggiato con un X5 1.44GHz processore quad-core Intel Atom e che supporta fino a 2GB di RAM DDR3 e 8GB flash.

L’incremento delle prestazioni del 30% rispetto generazioni precedenti e le sue piccole dimensioni, lo rendono ideale per applicazioni multimediali e di produttività individuale, magari montato sul retro di un monitor per aumentare lo uno spazio di lavoro.

Altre caratteristiche si possono riassumere: nella scelta del Sistema operativo Wyse ThinOS, particolarmente resistente ai virus. A partire da giugno 2017, i clienti avranno anche la possibilità di scegliere Wyse ThinLinux, una versione ottimizzata di SUSE Linux ed un’ ampia connettività: il thin client Wyse 3040 comprende due interfacce DisplayPort, supporto per doppio display digitale e quattro porte USB (di cui una USB 3.1 Gen 1 per connessioni ad alta velocità).

Dell, inoltre, offre una suite completa di soluzioni per la gestione del software on-premise, off-premise e automatiche per fornire robustezza, e gestibilità anche a livello enterprise.

Per una installazione, configurazione e gestione semplificate, è possibile effettuare la configurazione e la gestione delle policy da remoto attraverso un’unica console intuitiva.

 

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn