La prospettiva di investimento tecnologico prende piede nell’hardware: cosa attende gli investitori?

 

Le operazioni strategiche di fusione e acquisizione di alto profilo spingono verso l’alto i volumi del settore tecnologia, 7% oltre i picchi di crescita registrati nel 2015. Secondo miglior risultato dal 2000, sulla scia di un 2015 da record.

Tra gli affari più rilevanti: la fusione fra Dell e EMC, maggior buyout della storia, l’acquisizione di LinkedIn firmata Microsoft, la scalata di Symantec a BlueCoat e l’acquisto di DemandWare da parte di SalesForce hanno contribuito all’impennata degli investimenti.

Il Private Equity rimane attivo nel settore tecnologia, permettendo alle aziende di concentrarsi sull’innovazione, in particolare nel settore hardware, completando il processo di acquisizione e fusione e testando strategie emergenti lontano dagli occhi del pubblico.

E il futuro? Alle innovazioni come la realtà aumentata, la realtà virtuale e l’Internet delle Cose (IoT): risorse sulle quali è vigile l’occhio degli investitori PE.

Cisco, Facebook e i giganti del Tech come Apple, Google, HP e Twitter acquistano tra le startup operative nella realtà aumentata e in quella virtuale: le ultime release della Nintendo, con Pokémon Go e Sony, investono nel gioco on-line e ci si attende una forte crescita da parte dei più lungimiranti investitori, una corsa alle migliori offerte.