In occasione del forum italo-tedesco di Berlino, Angela Merkel ha auspicato che Italia e Germania potrebbero essere i precursori e i pionieri della digitalizzazione per tutti gli altri Paesi europei.

L’ Industria 4.0.  vedrà sul tavolo delle trattative Germania, Italia e Francia, “Davanti alle nuove sfide si lavora insieme” – dichiara il Presidente del Consiglio  Paolo Gentiloni – nonostante le innumerevoli incertezze derivate da  fattori economici ma anche dalla politica, la geopolitica, le relazioni tra stati e popoli”

Gli interventi prioritari su cui Italia e Germania devono lavorare insieme riguardano le  tecnologie digitali, le nuove competenze e la formazione.

“Gli investimenti in formazione sono l’antidoto più efficace contro il populismo. – ha spiegato il ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda – La modernità fa paura. Infatti dobbiamo prima di tutto investire per ridare all’Occidente la fiducia nel futuro. La collaborazione su questa strada tra i paesi fondatori è fondamentale per ricostruire l’Europa”.

Al centro delle discussioni: gli standard dell’industria 4.0, la competitività delle piccole e medie imprese, il sostegno alle startup innovative e la normativa in supporto alla digitalizzazione.

Relativamente al problema delle banche, il presidente del Consiglio è fiducioso e ha ribadito che “il governo ha preso una decisione molto rilevante con il dl salva risparmio, che ha sbloccato la situazione. Continueremo a seguirla con le competenti autorità dell’Ue”.

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o Linkedin