L’ammissione del revamping, dei software industriali di collaudo, il tipo di connessione alla rete logistica: una raffica di domande a prova della “fame” di informazioni del mercato.

Un successo l’evento organizzato da Ucimu-Sistemi per produrre, dedicato all’utilizzo degli incentivi per Industria 4.0. Un iperammortamento al 250% chiarito dall’artefice Stefano Firpo, demandato all’Agenzia delle Entrate per ulteriore chiarezza a fine mese.
Ancora irrisolta l’ammissibilità o meno ai bonus delle installazioni 4.0 del 2017, legate ad ordini dello scorso anno: un freno alla robotizzazione italiana, oltre le linee guida alla redazione tecnica di autocertificazioni e perizie giurate.
Il superammortamento sarà previsto per vere e proprie trasformazioni tecnologiche ed upgrades, non solo per il rinnovo di impianti, per cui è già presente.
Nella consapevolezza, spiega Firpo, di una sfida applicativa non banale «Sta a voi ora rispondere e se la risposta delle imprese dovesse essere superiore rispetto ai fondi stanziati, le risorse future potranno anche essere superiori».

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn