Disponibilità di servizi DDoS sul mercato nero in crescita: gli esperti di Kaspersky Lab ne sconsigliano l’uso. Le cifre sono preoccupanti: eseguire un attacco in nero costa solo 7$ all’ora ma l’azienda colpita può perdere migliaia di dollari.

I cyber criminali sono sempre all’opera e posso guadagnare in due modi: attaccando l’azienda o ricattandola chiedendo un riscatto per non eseguire un attacco o interrompere quello in corso.

Il servizio di attacco DDoS sul mercato nero non è differente da come accade nel business legale, la differenza è nell’assenza di contatto diretto tra provider e cliente.

Il service provider, infatti, mette a disposizione un sito in cui i clienti, dopo essersi registrati e aver pagato, ricevono i report degli attacchi. Ci sono anche programmi fedeltà che danno bonus per ogni attacco.

Il costo cambia in base al tipo di attacco e alla sua fonte: una botnet creata da device IoT noti è meno onerosa rispetto ad una botnet di server.

Anche la durata dell’attacco e il luogo in cui si trova il cliente ne determinano i costi: gli attacchi DDoS inglesi sono più cari rispetto a quelli russi. Vogliamo parlare delle vittime?

Un attacco ad un sito del governo e a risorse protette da soluzioni specifiche costa in media 4 volte di più rispetto ad un sito non protetto.

 

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn