Connettività e realtà aumentata per la cabina MT-BT di un nuovo stabilimento produttivo con le soluzioni EcoStruxure Power di Schneider Electric. Con la disponibilità di una versione digitale dell’intero progetto è possibile visualizzare in tempo reale dati, parametri e altri fattori chiave, ottenendo uno strumento che permette di interagire con maggiore sicurezza fisica con l’impianto, senza avere la necessità di aprire la cabina e intervenire manualmente

Bridgeport è un’azienda attiva dal 1945 con sede principale a Bolgare (BG), che opera nella produzione di valvole per diversi mercati: automotive, antincendio, HVAC, meccatronica e oggi conta circa ottanta dipendenti, servendo clienti in trenta paesi.   Levian è la società del gruppo che serve il mercato dell’antincendio, per la quale di recente è stato realizzato un nuovo stabilimento produttivo sito a Bolgare.

Bridgeport, che è cliente Schneider Electric per le soluzioni di distribuzione elettrica da molti anni, ha rinnovato la sua scelta di collaborazione per realizzare i sistemi necessari in questo nuovo impianto: la cabina di trasformazione MT-BT, con componenti e soluzioni digitali, ma anche alcuni sistemi di gestione di edificio legati all’illuminazione naturale dello stabilimento e all’illuminazione elettrica di uffici e reception.

Levian ha manifestato l’esigenza di realizzare i nuovi sistemi adottando le tecnologie più innovative. In particolare per quanto riguarda la distribuzione elettrica si richiedeva di avere a disposizione strumenti per il monitoraggio in tempo reale dei parametri elettrici di tutto l’impianto MT-BT, strumenti per la gestione dei consumi.

In risposta a questi bisogni il partner che ha realizzato il progetto ha proposto la piattaforma EcoStruxure Power di Schneider Electric, in grado di integrare tutte le funzionalità richieste su una piattaforma e architettura di sistema aperta, interoperabile e basata sull’IoT.  Inoltre è stato deciso di sfruttare le potenzialità digitali della piattaforma per sviluppare anche un progetto pilota che prevede di applicare la realtà aumentata per offrire agli operatori strumenti innovativi per interagire con le apparecchiature della cabina MT-BT.

La cabina MT-BT realizzata per Levian è una cabina con connessione in Media tensione a 15kV con una potenza installata di 400kVA, equipaggiata con uno scomparto di media tensione tipo AT7-B, un trasformatore in resina tipo Trihal e un quadro di bassa tensione Prisma P. Tutti i principali componenti elettrici della cabina sono dotati di apparecchiature comunicanti e i dati generati sono raccolti e concentrati sul gateway COMX’ 510 che è in grado di renderli disponibili sul proprio web server in modo facile e intuitivo oltre che di comunicarli verso dispositivi esterni in Modbus TCP/IP.

La piattaforma EcoStruxure Power si distingue per la scelta di adottare protocolli di comunicazione standard come Ethernet e per la disponibilità di architetture testate e validate, già predisposte per lo scambio dei dati.

Questa apertura ha consentito di scalare immediatamente l’architettura per abilitare l’utilizzo della realtà aumentata utilizzando il software EcoStruxure Augmented Operator Advisor: a livello di hardware, è stato sufficiente installare un server e posizionare un access point Wi-Fi in cabina per consentire la comunicazione tra macchinari e il tablet dato in dotazione all’operatore.

La persona così dispone, di fatto, di una versione digitale dell’intero progetto e può visualizzare in tempo reale dati, parametri e altri fattori chiave impostati dal cliente, ottenendo uno strumento che permette di interagire con maggiore sicurezza fisica con l’impianto, non avendo la necessità di aprire la cabina e intervenire manualmente, di conservare e poter consultare in modo digitalizzato tutti i materiali e documenti relativi alla cabina quali schemi di impianto, procedure di collaudo etc, e naturalmente di monitorare, gestire in modo più efficiente e rapido l’impianto stesso.

Questa prima sperimentazione riguarda in specifico la cabina MT-BT ma dal momento che anche tutti i componenti dell’impianto di distribuzione in bassa tensione sono connessi e intelligenti (gamma iQuadro di Schneider Electric) tutto è pronto se si deciderà in futuro di attivare questi strumenti innovativi di interazione uomo macchina e di gestione in modo più esteso.

Infine, per rispondere alle esigenze di gestione dell’edificio manifestate dal cliente, è stato implementato un Building Management System Schneider Electric che consente la supervisione meccanica di apertura e chiusura delle finestre che danno luce al capannone e la gestione dell’illuminazione in uffici e reception: il tutto è visualizzabile con un’interfaccia standard in grado di dialogare con tutti i sistemi già installati.