Alla fiera internazionale dedicata alla produzione di utensili, modelli e stampi, sono attesi 700 espositori da oltre 30 paesi. Ai rappresentanti dell’industria classica si uniranno la produzione additiva e la stampa 3D.

 

Tante possibilità di impiego, dalla progettazione al prodotto finito, questo l’obiettivo di Moulding Expo: evidenziare in modo intelligente le sinergie fra i nuovi processi di lavorazione e quelli consolidati.

In fiera, che avrà luogo dal 30.05 al 02.06.2017, saranno presenti: un ampio spazio per raccogliere informazioni su soluzioni concrete.

In ogni stand si potrà vedere la prototipazione classica e la creazione di inserti di stampi raffreddabili perimetralmente, passando dalla produzione di utensili di punzonatura e taglio al rapid tooling.

Forte attesa per la stampa 3D, che è l’argomento innovativo per eccellenza, ma grande attenzione verrà riservata all’industria dell’automobile.

Novità dal punto di vista della lavorazione di materiali: combinazioni di rame e acciaio in componenti prodotti con l’additive manufacturing; integrazione di elementi termici applicando a spruzzo particelle di metallo.

Per i costruttori di utensili combinare la costruzione con materiali leggeri e la bionica combinata con la fusione laser, eliminaerà gli ostacoli alla produzione di pezzi finalizzati all’industria meccanica.

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn