Gestione di processi nei domini più diversi, capacità di fornire alle aziende soluzioni tecnologicamente avanzate ma semplici da utilizzare che permettono di avere un approccio simulation-driven sin dalle prime fasi di studio e design del prodotto. I punti di forza della proposizione tecnologica di Altair distribuita dalla rete di vendita indiretta. Intervista a Paolo Masera, Direttore Vendita indiretta di Altair Italia.

Software di simulazione: cosa cambia, come cambia, cosa chiedono le aziende? «La tendenza che si sta imponendo evidenzia una domanda sempre più legata alla simulazione come asse portante dell’intero processo di sviluppo prodotto. Uno scenario che determina la necessità di confrontarsi con le aziende non più e soltanto come fornitore di prodotti ma come fornitore di soluzioni», afferma Paolo Masera, Direttore Vendita indiretta di Altair Italia. Per rispondere a questa crescente richiesta sono i due i diversi approcci con cui l’azienda ha deciso di relazionarsi con i clienti: da una parte un’offerta – Hyperworks – dedicata a chi deve fare simulazioni ingegneristiche dettagliate con una marcata connotazione specialistica (strutturali lineari, non-lineari, CFD, Multibody, Elettromagnetismo ad alte e basse frequenze, data science e Internet of Things); dall’altra una soluzione più semplice ma non meno potente, SolidThinking, dedicata a chi deve fare simulazioni estetiche, geometriche, funzionali o di processo. «Entrambe sono soluzioni allo stato dell’arte per quanto riguarda la user-interface, la qualità delle simulazioni multi-fisica e la correlazione con i dati sperimentali».

Con la piattaforma SolidThinking, Altair intende rendere disponibile alle piccole e medie imprese italiane le soluzioni e le tecnologie di prototipazione virtuale fino ad oggi utilizzate principalmente dalle grandi eccellenze industriali, andando a integrare la simulazione in un ambiente convergente in modo da guidare lo sviluppo prodotto e processo verso obiettivi di ottimizzazione funzionale, di peso e di costo.

Simulazione a partire dalla fase di studio e design del prodotto: Simulation Driven Design

Mediante questa nuova piattaforma software, Altair permette la gestione trasparente e la condivisione di tutte le informazioni, rilevanti e in tempo reale, tra tutti gli attori coinvolti in fase progettuale e di produzione, fornendo strumenti semplici e immediati per rendere più efficiente e strutturato il ciclo di sviluppo prodotto (infatti succede spesso che i problemi di produzione dettagliati vengano esaminati in una fase troppo tardiva con impatti negativi sui costi e i tempi di sviluppo).

«In definitiva si tratta di permettere simulazioni di processo da parte dei progettisti sin dalle fasi di studio e design del prodotto, ovvero di un nuovo paradigma di progettazione che garantisce alle imprese la capacità di creare una metodologia di crescita organica allo sviluppo prodotto in una logica immediata dal foglio bianco alla messa in produzione».

Integrazione in applicazioni di manufacturing engineering

Sempre più il processo di progettazione e sviluppo prodotto è guidato dalle tecnologie di simulazione. SolidThinking aiuta a ottimizzare i processi di sviluppo prodotto tenendo conto delle varie tecnologie produttive in modo completamente trasparente all’utente. La piattaforma software  utilizza, infatti, le tecnologie di simulazione più avanzate per fornire suggerimenti di forma (ottimizzazione topologica di sistema) in rapporto a fisiche anche molto complesse legate alle differenti tecnologie produttive (casting, extrusion, metal forming, plastic molding , additive layer manufacturing), considerandone vincoli e opportunità produttive.

Risolvere le problematiche che vivono le aziende manifatturiere

Le tipiche problematiche che le aziende si trovano ad affrontare sono: tempi e costi di sviluppo, costi di avviamento/modifiche e scarsa competitività dei prodotti (prestazioni/costi). Altair è in grado di aiutare a risolvere questi problemi in maniera semplice e di rapida implementazione. La soluzione – combinando tra loro system modeling, generative design, prototipazione virtuale e processi manifatturieri – permette di ottimizzare tempi e costi di sviluppo grazie al parallelismo tra forma, prestazione e processo produttivo. Il tutto supportato da tecnologie di ottimizzazione topologica, machine learning, IoT e di edge computing. Questo nuovo paradigma permette alle aziende di affrontare in maniera strutturata ed efficiente le sfide competitive che vengono sollevate dal mercato globale.

«Se il mercato automotive ed aerospace continuano a essere i principali fruitori di simulazioni numeriche – dice Masera – è proprio il comparto manifatturiero ad essere il principale mercato di riferimento della rete indiretta, ed è in questo settore che vogliamo cercare competenze ed eccellenze, soprattutto nell’ambito di soluzioni di processo, per ampliare l’attuale numero di partner».

Partner e non semplici fornitori

«Per rispondere alla crescente richiesta di competenza e presenza capillare sul territorio stiamo operando un cambio generazionale importante del nostro canale di vendita indiretta, formando e qualificando i nostri rivenditori a cui non è più richiesto di essere semplici fornitori di tecnologia, ma di diventare consulenti capaci di capire le esigenze dei clienti e trarre benefici della competenza presente nella rete di specialisti, sviluppatori, partner e centri di eccellenza Altair in tutto il mondo». Un aspetto, quest’ultimo, che è oggi possibile grazie alle strategie avviate. «Le aziende che vogliamo coinvolgere in questo progetto devono avere conoscenze di dominio specifiche, capacità di supporto di primo livello e una forza commerciale attiva e capace di comprendere a fondo il business dei loro clienti».

Punti di forza e obiettivi di sviluppo

Uno dei principali benefici di Altair è un sistema di licensing basato sui token (brevettato da Altair fin dalla fine degli anni 90) che permette ai propri clienti accesso a tutto il portfolio di prodotti e soluzioni Altair, riducendo costi di sviluppo ed eliminando il complesso meccanismo delle licenze multiple,  garantendo al contempo una grande flessibilità che arriva persino a rendere disponibile l’hardware mediante la fruizione dei prodotti in modalità cloud.

«Ulteriori punti di forza di Altair, una società, è bene sempre ricordarlo, fatta quasi integralmente da ingegneri che sviluppano prodotti per l’ingegneria e continuano a fornire servizi di ingegneria, sono oltre all’indiscussa e comprovata qualità dei nostri software, la capacità di capire le esigenze dei propri clienti e anticiparne le richieste mettendo a disposizione il know-how maturato negli oltre 30 anni di attività. Da rimarcare, inoltre, che l’offerta è in grado di permettere alle aziende un basso costo di avviamento ed è stata da concepita per fornire strumenti ad alto valore tecnologico e basso impatto finanziario. Tutto ciò permette un’adozione graduale e correlata alle capacità di crescita delle aziende clienti, supportata da un percorso formativo delle risorse aziendali mediante corsi di formazione tradizionali e metodologici».

Uno degli ultimi esempi è il programma Elevate appena lanciato su scala mondiale, un’offerta dedicata ai nuovi clienti che possono così godere di forti agevolazioni nell’adozione del software. L’iniziativa fa seguito a quanto implementato lo scorso anno con il progetto StartUp.  Altair – conclude Masera – è quindi pronta a giocare un ruolo rinnovato e importante nel panorama competitivo della media e piccola impresa industriale italiana, fornendo strumenti che coniugano semplicità e immediatezza di utilizzo con l’imprescindibile e per noi irrinunciabile eccellenza tecnica e tecnologica».