La nuova edizione si presenta come fiera internazionale specialistica leader in Europa per l’automazione elettrica, sistemi e componenti. Oltre 1.650 fornitori di automazione da tutto il mondo, saranno presenti a Norimberga dal 28 al 30.11.2017. L’analisi della scorsa manifestazione riferita all’Europa rivela che dei 63.291 visitatori totali, 1.441 provenivano dall’Italia.

 

Alla SPS IPC Drives i visitatori da tutto il mondo beneficeranno di una vasta gamma di informazioni e dell’accesso diretto alle ultime offerte dell’automazione.

Oltre ai rinomati key player del settore, numerose giovani aziende presenteranno i loro prodotti e soluzioni, nonché le innovazioni e le tendenze d’avanguardia. Forniranno ai visitatori una panoramica completa sia sui singoli componenti che sulle soluzioni complete dell’automazione elettrica.

Diversi i temi: quello di Industria 4.0 sarà un argomento principale. Nell’era della trasformazione digitale, i due settori IT e automazione stanno crescendo di pari passo – e questo si rifletterà sulla SPS IPC Drives.

Oltre alle speciali aree espositive ed agli interventi tematici, alcuni espositori mostreranno anche diversi prodotti ed esempi applicativi sulla trasformazione digitale.

Al tema software e IT nella produzione sarà dedicato quest’anno il padiglione 6. Qui si potranno vedere argomenti come Web Services, sviluppo/progettazione virtuale del prodotto, piattaforme di business digitali, tecnologie IT/OT, Fog/Edge e Cloud-Computing, e molto altro ancora.

Presso lo stand collettivo ed il forum “Automation meets IT” nel padiglione 6, le aziende presentano soluzioni digitali sulla scia di Industria 4.0.

Lo stand collettivo “MES goes Automation” mostrerà invece, come con l’impiego del MES, vengono ottimizzati i processi produttivi e di elaborazione degli ordini.

Il tema della Cyber Security è stato ripreso da numerosi fornitori anche nel 2017. Essi dimostreranno visivamente nei loro stand, come le aziende possono proteggersi dagli attacchi informatici.

 

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento, segui la nostra Redazione anche su Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn