La nuova app di apprendimento automatico del colosso delle consegne è in grado a instradare i pacchi evitando tempeste di neve e altri punti problematici nella sua rete globale.

Una tempesta di neve su Denver può ritardare migliaia di pacchetti che passano da lì prima di raggiungere le loro destinazioni finali dall’altra parte del paese. Ma se UPS sapesse che sta arrivando una tempesta, saprebbe deviare le spedizioni in caso di maltempo?

UPS è alle prese con questa domanda ogni inverno. Identificare la struttura più adatta a gestire una spedizione di grandi dimensioni e non pianificata e il modo più efficiente per trasportare questi pacchi è un complicato anche per i dipendenti più esperti.

Per aiutare a risolvere questi problemi, UPS ha recentemente creato una piattaforma online che combina apprendimento automatico e analisi avanzata. L’app, denominata Network Planning Tools (o per brevità NPT), consente di visualizzare le attività presso le strutture UPS di tutto il mondo e instradare le spedizioni a quelle con maggiore capacità di gestirle. NPT offre una visione a volo d’uccello del volume e della distribuzione delle spedizioni attraverso la rete di ritiro e consegna .

L’app utilizza l’intelligenza artificiale per creare previsioni sul volume e il peso delle spedizioni in base all’analisi dei dati storici. Gli algoritmi di apprendimento automatico analizzano anche le decisioni prese dagli esperti aziendali e valutano in che modo hanno influito sulla soddisfazione dei clienti e sui costi interni. In questo modo l’app inizia a imparare da sé e suggerisce quale opzione ha permesso di offrire un servizio migliore ai clienti.

Quel tipo di supporto è fondamentale durante la frenetica stagione delle festività. Quest’anno, UPS si aspetta di raggiungere il record di consegne nel periodo: quasi 800 milioni, in crescita del 5% rispetto al 2017. In preparazione di tutto questo, l’azienda ha utilizzato l’app NPT per identificare ed eliminare i colli di bottiglia, come una struttura dell’Illinois che faticava a processare i colli con la dovuta celerità. Grazie all’app la soluzione è stata determinata nel giro di pochi minuti, mentre senza, ci sarebbe voluto almeno una settimana. UPS si aspetta che il programma consenta risparmi tra i 100 milioni e i 200 milioni di dollari all’anno.

Quando qualcuno ordina online da un fornitore che ha un contratto di spedizione con UPS, il pacco viene classificato per codice postale presso uno dei grandi impianti di smistamento di UPS prima di essere spedito ad un’altra struttura per la distribuzione locale. All’interno di questo “hub”, il pacchetto verrà scaricato su un nastro trasportatore centrale, etichettato con un’etichetta con codice a barre, scansionato con telecamere e montato su una serie di rimorchi per camion, aerei o treni fino a quando non si troverà entro pochi chilometri dall’indirizzo di consegna finale. Qui UPS lo caricherà su uno dei familiari furgoni marrone dell’azienda per la consegna a domicilio.

Questo approccio consente a UPS di organizzare i colli in base alla destinazione e spostarli a basso costo, rispettando i tempi di consegna. Inoltre, consente di combinare le spedizioni per ridurre tempi e costi, purché si disponga di informazioni accurate su ciò che si sta muovendo attraverso la rete.

Prima dell’utilizzo di NPT, però, questo richiedeva almeno quattro tipi di esperti e pianificatori dei trasporti diversi, ognuno dei quali utilizzava la propria pianificazione, in genere solo per il proprio edificio o sede, utilizzando software come Microsoft Access ed Excel. I gruppi si scambiavano le informazioni tramite posta elettronica, ma un visione globale dei dati era molto complicato.

NPT ha fornito un’unica piattaforma basata su cloud in cui visualizzare i dati ed eseguire simulazioni per aiutare a creare i piani e programmi per ciascun team. L’app è inoltre in grado di fornire suggerimenti sulla base degli algoritmi esaminati. Questi ultimi raccolgono i dati di distribuzione di tutti i colli in ogni rimorchio o aereo UPS e possono individuare il modo migliore per aggirare una posizione problematica rispettando le scadenze e senza stracaricare altre strutture UPS.

Nello scenario della tempesta di neve di Denver, gli addetti di Portland, in Oregon, hanno utilizzato NPT per vedere che un certo numero di spedizioni destinate al Massachusetts si stavano dirigendo verso l’area problematica di Denver e le hanno deviate in gran parte attraverso l’hub di Chicago, inviando il resto a quello di Meadowlands, New Jersey, per evitare di sovraccaricare eccesivamente Chicago. Entrambe le strutture sono state in grado di gestire le spedizioni correttamente inviandole in tempo utile alla consegna locale. L’app ha automaticamente scartate gli hub disponibili ma non attrezzati a quel tipo di spedizioni.

Una volta che le spedizioni sono state reindirizzate, NPT ha inviato al personale UPS di Chicago e del New Jersey una notifica per consentirgli di prepararsi all’incremento di colli in arrivo. UPS sta inoltre realizzando un collegamento dell’app ai suoi sistemi di automazione e prevede di utilizzare NPT per generare automaticamente le istruzioni di indirizzamento dei pacchetti entro aprile 2019.